Interviste

Lars Danielsson: la musica su una tela

IMG_5644Parliamo di Liberetto, un album davvero profondo. Qual è stato il concetto di base dal quale si è sviluppato l’album?
L’ispirazione per quasi tutti i brani mi è venuta partendo dalla musica classica e anche lavorando con Tingran, che ha composto con me quasi tutto l’album. Io e lui abbiamo un background musicale molto simile ed è stato naturale scrivere musica insieme, lui ha scritto alcuni brani e io altri. In particolare Tingran ha scritto il brano tradizionale svedese (Hov Arek Sarer Djan) che abbiamo suonato stasera.


Le atmosfere che si vengono a creare nell’album, sin dall’inizio del primo brano sono eteree, per poi evolversi nel racconto di un pensiero. Qual è il pensiero che l’ha guidata nel comporre i brani?
Non ho pensato solo a come comporre ogni brano, non gli ho dato un ruolo preciso. Dopo che le abbiamo registrate le abbiamo messe insieme, registrandole come se fossimo in una session.
Penso che Liberetto sia un album che non va solo sentito ma soprattutto immaginato, in ogni colore che esprime ogni brano. Come un quadro che ne contiene mille di colori.
Grazie mille è fantastico che tu pensi Liberetto in questo modo
Allora a quale quadro lo assoceresti? Io direi un quadro impressionista.
Lo penso anche io, ma lo hai detto tu. (ride) Perchè anche quando faccio musica non voglio dire tutto. Voglio lasciare qualcosa di nascosto così che chi lo ascolta sia in contatto con la musica.
Qual è il prossimo programma per Lars Danielsson?
Non c’è nulla di preciso. Vorrei registrare un nuovo album con lo stesso gruppo di musicisti ma non c’è nulla di certo.

IMG_5635

Domenica 21 aprile è stata una serata speciale per me. Ero in prima fila nella sala conferenze dell’Hotel Sheraton di Bari sotto la proprietà provvisoria della rassegna “Nel gioco del Jazz”. Eravamo: Lars Danielsson (contrabbasso e violoncello), Magnus Öström (batteria), John Pariccelli (chitarre), Jonas Östholm (pianoforte), io (ragazza molto ma molto felice) e un altro centinaio di persone che però non mi interessavano.
È stato un concerto indescrivibile. Troppo pieno di cose, di emozioni, di sentimenti. Liberetto mi ha fatto commuovere, è stato intenso, dolce e decisivo. Öström è stato superbo, una tecnica impeccabile e Danielsson non è stato da meno: violoncello e contrabbasso non li ho mai visti suonare così. L’uso dell’archetto sul contrabbasso è stato di una bravura eccelsa. L’evoluzione che Danielsson ha avuto da Tarantella in poi è visibile, anche nell’uso di elettronica e archetto. Ma i brividi che ho provato sentendo il violoncello suonato dal vivo credo di averli provati solo quando per la prima volta ho sentito Traveller’s Wife da Tarantella. Jonas Östholm, nonostante la giovane età, è stato bravissimo, un Bill Evans degli anni 80 (anche nell’aspetto) 🙂 Pariccelli ha avuto delle svolte chitarristiche non proprio jazzistiche ma secondo me è il mio gusto personale (non amo molto le chitarre) che mi inganna.
È stato un concerto senza pari, un interplay che si poteva toccare con mano, soprattutto tra Danielsson e Östholm. Non potevo farmi sfuggire l’occasione di parlare con Lars Danielsson di persona è così l’ho fermato dopo il concerto e ho passato 10 minuti in sua compagnia. Disponibile e attento, nel parlare traspariva il suo modo di vivere con la musica e la passione che ci mette nel trasmettere questa cosa a chi lo ascolta. Ne sono uscita arricchita e felice da questo incontro e il risultato sono le domande che avete letto all’inizio. Spero al più presto di incontrarlo ancora

Federica Di Bari

IMG_5650

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...