Recensioni

Spaces, Francesco Cataldo

spaces-francesco-cataldoLa copertina di questo album rappresenta al meglio cos’è Spaces. Spazi. Sconfinati momenti in cui ti perdi in qualunque istante o luogo ti trovi. Nella musica, nel silenzio, in uno spazio vuoto o tra le nuvole, come la foto sull’album.
Spaces è l’ultima fatica del bravissimo chitarrista siciliano Francesco Cataldo per l’Alfa Music.

Spaces è un volersi prendere aria da tutto quello che ci circonda, come ha fatto Francesco Cataldo. È partito per l’America e insieme a Scott Colley al contrabbasso, Dave Binney al sax, Salvatore Bonafede al piano, Clarence Penn alla batteria e Erik Friedlander al violoncello ha registrato questo album molto intenso. Francesco Cataldo prende spazio per le sue creazioni, prende spazio per pensare alla sua musica e al modo in cui vuole utilizzare la chitarra insieme agli altri strumenti. Il risultato è ottimo. Cataldo non è un band leader, non si ritaglia spazi di assolo dove può mettere in evidenza la sua bravura. Al contrario, solo come i grandi sanno fare crea delle composizioni dove quello che emerge non è il singolo musicista ma il singolo suono espresso da ogni componente della band. Lo spazio diventa un’unità creativa dove esprimersi in solo come in gruppo e le composizioni (tutte opera di Cataldo, anche negli arrangiamenti) ne sono la prova. Un respiro molto ampio, dove i silenzi parlano tanto, forse più delle note. Ogni brano pensato da Francesco Cataldo non solo ricorda un luogo (come Siracusa o Perugia) ma anche persone e ricordi stessi (come il bellissimo e molto toccante dialogo di Vito(Intro) – Raccontami, espressione di un grande lirismo). Inserito in un contesto europeo dove ECM e ACT fanno da padrone, Spaces di Francesco Cataldo per l’Alfa Music non è da meno, anzi. Una grande profondità di pensiero che porta chi ascolta a perdersi nello spazio creato da Cataldo in ogni brano, lasciandosi trasportare in emozioni e ricordi come se fossero propri e a immaginarsi visivamente in tutto quello che accade mentre si suona. La musica di Cataldo è creativa, affascinante e molto pensata nelle idee che la definiscono.
Francesco Cataldo è un chitarrista di eccelsa bravura. Ad una tecnica impeccabile con la sua chitarra (dove esce soprattutto nel brano Your Silence), unisce un grande pensiero compositivo che non lo porta a pensare solo per il suo strumento ma a tutti quelli che lo accompagnano, donando quel plus ad ogni brano.
Scott Colley al contrabbasso è di effetto, non solo perchè uno dei grandi musicisti americani ma anche per il valore aggiunto che riesce a dare in ogni brano, guidandolo verso il giusto momento espressivo.
Dave Binney si unisce perfettamente alla chitarra di Cataldo, creando uno strumento unico quanto nuovo. Il suono che riescono a produrre insieme è la linfa vitale in ogni pezzo.
Salvatore Bonafede conosce a fondo il pensiero che accompagna Spaces e lo sa esprimere in maniera limpida, grazie alla grande tecnica che lo contraddistingue.
Clarence Penn alla batteria sa fare da collante a questi grandi musicisti senza perdersi tra di essi, mettendo la propria identità e il proprio stile al servizio della musica.
Erik Friedlander è quello che fa scendere la lacrimuccia con il suo violoncello nel brano Vito (Intro) – Raccontami, assumendo il ruolo di interlocutore sia con la chitarra di Cataldo che con il resto del gruppo. Di grande espressione e lirismo.
Spaces non è solo un album che può portare quel qualcosa in più nella vostra collezione, può darvi veramente un’altra prospettiva da cui vedere il jazz. E una in più, non guasta mai.

Federica Di Bari

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...