Recensioni

Minor Time, Roberto Zanetti Trio

minor timeLa parola minore fa sentire piccoli: il figlio minore, il male minore, un tono minore e via così. A volte succede il contrario, mettere insieme tanti minore crea qualcosa di più grande del maggiore. Ed è una scelta coraggiosa perchè non è una scelta che tutti possono fare. Immaginate un intero album scritto in tonalità minore, nove composizioni tutte in minore. Viene fuori qualcosa che non ti fa sentire sottotono, anzi, esattamente l’opposto. Ed è l’effetto che fa Minor Time del Roberto Zanetti Trio edito per la Dodicilune.

Minor Time è un album molto particolare e non solo perchè tutte le composizioni sono state scritte in tonalità minore. Ogni brano cerca di raccontare attraverso suoni e colori un momento diverso del percorso di questo giovane trio. Roberto Zanetti al pianoforte, Luca Pisani al contrabbasso e Massimo Chiarella alla batteria con la partecipazione di Pietro Tonolo al sax soprano e tenore, hanno intrapreso questo viaggio alla ricerca di sonorità da svelare e temi nuovi per l’orecchio che ascolta. Tutte composizioni originali di Zanetti, raccontano un po’ quella che è la sua vita e la sua passione per la musica, l’armonia e il jazz. Tecnicamente molto strutturato, alla ricerca di raffinatezze in ogni misura che rendano il brano nel complesso diverso da qualunque altro. Il trio è ben amalgamato, riesce ad essere un unico strumento che dialoga con il sax molto espressivo di Pietro Tonolo. Brani molto descrittivi ed evocativi, riescono a trasmettere bene l’idea di chi li ha composti in numerose sfaccettature e colori che cambiano da strumento a strumento, facendo dell’insieme un’ottima composizione. Dietro ogni brano c’è un grande lavoro di originalità, attraverso lo studio di armonie e strutture. Molto interessante e divertente è l’esperimento fatto con Guadalupe, brano che parte dalla dissoluzione del pezzo per trovare il tema solamente negli utlimi minuti. Minor Time cattura l’attenzione di chi ascolta, non lasciando andare via nessuna nota e facendosi travolgere dal ritmo di ogni brano.
Roberto Zanetti, oltre ad essere un bravo compositore, capace di ideare temi molto belli ed accattivanti, è anche un eccellente pianista, che porta la sua tecnica e il suo pensiero nel trio.
Luca Pisani ha un suono molto pulito con il suo contrabbasso ma al tempo stesso colorato in modo da riuscire a dare la giusta caratterizzazione ad ogni brano.
Massimo Chiarella è un ottimo solista come si può vedere nel primo brano, dove fa dei break davvero interessanti e di grande feeling con il contrabbassista.
Pietro Tonolo aggiunge quel tocco in più all’album. Di grande lirismo e bravura, dialoga meravigliosamente con il resto del trio senza perdere la sua identità di fiato solista.
Un bellissimo album Minor Time, che ci fa comprendere come a volte il tono minore, quel tocco in meno sia la chiave per fare qualcosa di davvero grande.

Federica Di Bari

https://www.youtube.com/watch?v=Xlm7_DMBIOw&feature=youtu.be

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...