Recensioni

Coloriade, Pasquale Mega Ensemble

CD-ColoriadeSe scrivo Coloriade il mio computer me lo sottolinea in rosso. Non lo conosce. Eppure lui stesso, sottolineandolo in rosso ne ha dato una caratteristica. Coloriade è colore (come si vede dalla copertina), Coloriade è tante emozioni, Coloriade è tanti racconti, Coloriade è anche tanti strumenti. Coloriade è l’album di Pasquale Mega, uscito per la Dodicilune.

Nel Pasquale Mega Ensemble c’è la commistione tra due tipi di gruppi. C’è il classico quintetto jazz: Pasquale Mega al piano, Camillo Pace al contrabbasso, Antonio Dambrosio alla batteria, Javier Girotto al sax soprano e baritono e Marco Tamburini alla tromba. Al quintetto si aggiunge il quartetto d’archi dei grandi Vertere String Quartet: Giuseppe Amatulli e Ida Ninni al violino, Domenico Mastro alla viola e Giovanna Buccarella al violoncello. Il risultato è qualcosa di speciale. Il quintetto jazz si mischia e si scontra con il quartetto d’archi, creando nuovi spazi nei quali lo scontro diventa confronto e le idee passano dalle corde degli archi ai fiati e così via. Le composizioni, tutte originali di Mega, raccontano storie con la vividità di un film. In ogni singolo brano dinamiche, crescendo e diminuendo, i solo degli strumenti sanno disegnare con l’accuratezza di un pittore le scene e a chi ascolta non resta altro che immaginare. Di particolare raffinatezza e liricità è Via Tu! dove il pianoforte di evansiana memoria dialoga principalmente con il contrabbasso. Tutte le introduzioni che Mega fa in ogni brano sono particolari, riescono a dare una caratterizzazione immediata al pezzo, connotandolo nei suoi particolari pur lasciandolo libero di esprimersi negli altri strumenti. In particolare è di grande impatto Piazza Storallo (omaggio ad Astor Piazzolla) dove l’entrata del piano subito dopo fiati e archi fa prendere colore al tema e al brano. Il grande interplay che c’è tra tutti i musicisti lascia spazi liberi in cui i solo di ogni musicista sono di una straordinaria bellezza e l’esposizione del tema ne esce forte e caratterizzata. Coloriade è un album che ti prende sin da subito, portandoti lungo ogni singola nota di ogni brano, fino ad arrivare alla fine, sorpresi dalla rapidità con cui il disco è scivolato nel tempo e con la testa piena di immagini e soprattutto colori.
Pasquale Mega al piano riesce a sorprendere in ogni pezzo. Diverso e multiforme, cambia colore e sentimento e grazie alla forte tecnica alla base, riesce ad arrivare in maniera diversa a chi lo ascolta in ogni brano, che sono composti interamente da lui. Sono pensati per tutti coloro che li suonano, in modo da amalgamare tutti gli strumenti che arrivano all’orecchio come se fossero uno. Di grande respiro in ogni solo come nella creazione di ogni brano.
Un giovane Camillo Pace che timidamente esce fuori la sua personalità e accuratezza in ogni brano, rendendolo diverso. Preciso e intenso in ogni solo, riesce a dare ad un carattere diverso a ogni pezzo.
Antonio Dambrosio da bravo batterista regge l’intero gruppo portandolo e facendosi portare in tutto l’album.
Javier Girotto da grande intensità in ogni esposizione di tema, donando un aspetto diverso di se stesso ad ogni brano oltre che la sua grande bravura.
Marco Tamburini nel dialogare perfettamente con l’altro fiato, riesce ad esprimersi in tutto il suo lirismo e in tutta la sua potenza, anche nelle note più sottili che possa fare con la sua tromba.
I Vertere String Quartet sono quel tocco in più che rende Coloriade un album speciale. Il loro modo di interpretare il quartetto classico in chiave jazzistica dona alle composizioni di Mega un sapore diverso. Di grande lirismo e espressione, i quattro archi suonano come un unico magnifico strumento.
Coloriade è un mondo di tonalità di colore inesplorate, espresse per la prima volta in ogni singola nota di ogni brano. L’intensità di questo album sta proprio nell’essere qualcosa di diverso e inaspettato ma famigliare, quasi che l’orecchio lo conoscesse da tempo pur mantenendo la curiosità del primo ascolto. Non vi resta che immergervi in questa distesa di colore e lasciarvi cullare dalle sue dolci melodie.

Federica Di Bari

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...